Un week-end a Monte Carlo

Monte Carlo è uno dei quattro quartieri che costituiscono il Principato di Monaco,

il quartiere centrale,il più celebre, il cuore della vita mondana del regno.

Con i suoi 202 ettari di estensione, il Principato di Monaco rappresenta il secondo

stato più piccolo al mondo  subito dopo la Città del Vaticano.

Nonostante le ridotte dimensioni, Monaco è il luogo di residenza di alcuni dei

più facoltosi personaggi del mondo,una meta privilegiata del jet-setinternazionale,

la location di alcunidegli eventi più attesi dell’anno,nonché un luogo idilliaco per

una vacanza rilassante all’insegna del glamour.

Monaco di Monte Carlo è infatti conosciuta come luogo di villeggiatura dei più noti

divi di Hollywood,di teste coronate e di magnati, ma non solo.

La città vanta infatti un’ampia offerta turistica e si prospetta una meta ideale

per chi vuol concedersi un weekendfuori porta senza farsi mancare nulla.

Tra le mete più gettonate di Monte Carlo vi è senza dubbio alcuno il suo celeberrimo casinò.

Grazie ad importanti concessioni della famiglia reale in materia di gioco, a partire dal 1863,

Monaco di Monte Carlo diventa un luogo di culto per tutti  gli amanti del tavolo verde.

Il suo casinò inizia ad ospitare tutto il bel mondo europeo e internazionale, arricchendo

in modo notevole le casse del principato monegasco.

Ancora oggi, giocatori provenienti da ogni angolo del globo si ritrovano nello splendido

palazzo in perfetto stile secondo impero disegnato da Charles  Garnier.

Il palazzo appartiene ad un grande complesso architettonico che unisce il casinò a Ballets

de Monte Carlo eil Grand Théâtre deMontecarlo, una delle principali istituzioni culturali cittadine.

Il teatro, noto per l’eclettismo del suo cartellone, ospita la grande opera lirica, così come i più

importanti nomi del jazz e del pop.

Dal casinò si ha una vista eccellente su quello che è uno dei circuiti automobilistici cittadini più famosi del mondo,

quello di Monte Carlo.

Qui si tiene una delle corse più pericolose e spettacolari di tutto il Gran Premio di Formula 1.

Visitando Monaco intorno alla fine di maggio si può assistere a questa competizione mozzafiato

direttamentedalle finestree dalle terrazze delle abitazioni private, o di locali pubblici come

alberghi, bar e ristoranti.

Monte Carlo non è solo lusso, gioco e motori, ma anche mare e attenzione all’ambiente.

Qui infatti nel 1910 è stato inaugurato un vero e proprio “Tempio del Mare”, il celebre

Museo Oceanografico di Monaco,che con i suoi6.500  metri quadrati d’estensione

ospita numerosiesemplari di vegetazione marina, più di 6.000 diverse specie marinetra

pesci,tartarughe, squali epersinouna grande e florida barriera corallina che a partire dal 1989

ha trovatoil suo habitat ideale proprio in queste acque.

Cresce sempre di più l’attenzione sulla salute dei nostri mari e la protezione dell’ambiente

è diventato uno dei temi più cari alla famiglia regnante monegasca.

Il principato è retto dalla famiglia Grimaldi, casata molto nota per il suo legame con la

città e per la sua immagine glamour e cosmopolita.

Negli anni Sessanta il matrimonio del principe Ranieri III con la splendida attrice americana

Grace Kelly è stato il primo evento trasmesso in mondovisione.

La loro storia d’amore ha appassionato il pubblico per decenni e le vicende di casa Grimaldi

continuano ancora oggi ad attirare l’attenzione di fotografi, televisioni e rotocalchi.

Se si volete scoprire qualcosa di più sulla principesca famiglia dei Grimaldi potete

visitare il Palazzo dei Principi sulla Rocca di Monaco.

Gli interni del palazzo sono decorati da pregiatissimo marmo di Carrara, specchi e

mobili d’epoca di grande valore.

In alcuni precisi periodi dell’annodiventa possibile accedere ad alcuni degli appartamenti

reali solitamente chiusi al pubblico.

È  consigliabile consultare il sito internet del palazzo per essere aggiornati sulle aperture.

Un altro luogo imperdibile legato al nome dei Grimaldi è la Cattedrale dell’Immacolata Concezione,

una chiesa in stileneo-romanico celebreper i suoi marmi bianchi.

Qui riposano in pace il Principe Ranieri III e la bella Grace.

All’attrice americana è dedicato anche il Roseto Grace di Monaco, che con i suoi 5.000 metri quadrati

d’estensione ospita più di 315 varietà di rose, per un totale di 6.000 piante.

Se amate passeggiare nel verde non potete farvi mancare una visita al Giardino Esotico di Monaco

a Les Révoires.

Inaugurato nel 1933 il giardino offre ai visitatori le più diverse specie di piante esotiche,

cactus, piante grasse e rarità provenienti da ogni parte del mondo.

Da non trascurare nemmeno le gioie della tavola. A Monte Carlo si incontrano tante diverse tradizioni

culinarie e questo regala agliavventoriun’esperienza tutta particolare.

Nel Principato si possono gustare piatti dei più ricercati chef stellati, il lusso e la sperimentazione

sono garantiti.

Allo stesso tempo, però, vi è anche una tradizione culinaria “povera” straordinaria.

Non potete non assaggiare una fetta di Pissaladière, focaccia tradizionale condita in diverse varianti

con acciughe pomodoro, cipolla e verdura.

Da provare anche lo Stocafi, tradizionale stoccafisso cotto nel vino e accompagnato da pomodori

e olive nere.

Tra le particolarità anche il Barbagiuan, un raviolo fritto ripieno di zucca e formaggio.

Il piatto ha origine ligure, ma la sua diffusione su tutta la costa è la prova del suo successo in tavola.

Data la ridotta estensione del quartiere, è possibile visitare Monte Carlo con calma, passeggiando a piedi,

o affidandosi adun’efficienterete di serviziodi trasporto pubblico.

Si resta però sorpresi di quante cose ci siano da scoprire in una delle città stato più piccole e più lussuose

del mondo.

Inoltre, non è da sottovalutare la vicinanza con le bellezze della Costa Azzurra, il sole di Nizza,

la Croisette di Cannes e il fascino di Saint-Tropez.

Da non perdere.

 

Condividi

Lascia un commento