Shambala, la locanda asiatica dai grandi alberi riapre al pubblico con la sua cucina e il brunch domenicale

Il celebre ristorante fusion in fondo a via Ripamonti riapre la sua cucina e il suo
incantevole giardino, per cene da favola in tutta sicurezza e con una nuova
formula del suo celebre brunch domenicale dedicato alle famiglie e non solo.
Una location unica per tornare a vivere in tutto relax, nel rispetto delle norme previste per
l’emergenza Covid-19, momenti indimenticabili tutti da assaporare. Shambala, da oltre
vent’anni tra i ristoranti etnici più amati da milanesi e non solo, riapre al pubblico martedì
19 maggio, offrendo a quei palati raffinati che tanto apprezzano il viaggio di profumi e sapori
asian fusion, thai e vietnamiti, la possibilità di godere della sua proposta gastronomica
immersi in un’atmosfera senza eguali in città.


Un vero angolo di paradiso in salsa orientale che ancor di più in questo particolare momento
riesce ad offrire un’occasione di svago abbinata ad una food experience memorabile da
vivere immersi nell’incantevole giardino asiatico dalla pavimentazione in legno, circondato
da salici contorti, canapa, piante di bambu e una fontana con carpe, dall’illuminazione
soffusa e con un sottofondo di musica ambient.
Nel ricco menu di sensazionali ricette ideate da chef Chandana Udesh (anche con
svariate proposte per chi segue un regime alimentare vegetariano o vegano) spiccano piatti
come l’Ebi hotate su, un carpaccio di scampi e capesante con uova di pesce volante in
salsa ponzu e alghe wakame; i Cha gio, involtini fritti di polpa di granchio serviti con
lattuga, coriandolo, menta fresca e salsa di tamarindo; il Kaeng kung, una zuppa di
gamberi in latte di cocco, galanga e curry rosso con verdure; lo spettacolare Khao phad
sap lot, riso fritto con ananas e gamberoni in tempura; il Ped nga ma khaam, petto
d’anatra grigliato servito con soutè di germogli di soia e funghi shiitake in salsa di tamarindo
e sesamo tostato; il Plad raad prick, un orata intera fritta croccante coperta con una salsa
piccante dolce a base di zucchero di palma, peperoncini e aglio. Imperdibile poi il Pad Thai,
il classico piatto di noodles di riso saltati in padella con uova, verdure e arachidi, nelle
versioni di pesce, pollo o vegetariana, apprezzatissimo dai tanti avventori affezionati di
Shambala.


Riprende anche l’appuntamento domenicale con il Brunch per famiglie, dalle 12 alle 16,
(da sempre un sold out da prenotare con largo anticipo), in una versione coerente con le
restrizioni del momento. Non potendo più essere organizzati i famosi laboratori per bambini
vanto di Shambala, si è pensato di allietare i più piccini con un tavolino aggiuntivo (accanto
al tavolo principale) dotato di giochi in scatola, pennarelli e pongo, sanificati e gestiti da un
operatore esperto in grado di garantire tutta la sicurezza necessaria. Cambia inoltre anche
la proposta gastronomica: sparisce il ricco buffet di piatti mediterranei, americani e asiatici
sostituito da piatti espressi serviti al tavolo. Per i più grandi golosità di cucina internazionale
e asian fusion, mentre per i più piccoli non mancano proposte più semplici come la pasta al
pomodoro e al pesto. Invariato il costo, 30€ per gli adulti, 15€ per bambini dai 4 ai 9 anni,
gratuito per bambini fino a 3 anni.

Condividi

Lascia un commento