Episodio 63 :La pesantezza

Bea cerca di lavorare ma è distratta, i pensieri le turbinano nella mente. Oggi riflette sulla pesantezza. Con questo termine lei intende una spiccata polemicità che si trasforma in un atteggiamento noioso e rende l’interazione tra le persone astiosa e complicata. Si chiede quale sia il grado di sopportazione della pesantezza di ognuno di noi. Se le persone non fossero pesanti i loro rapporti sarebbero più semplici. Analizza il suo modo di comportarsi, lo ammette, è pesante e polemica. Cerca sul dizionario il termine pesantezza: riferito alla personalità si intende un qualcosa che annoia ed è molesto. Si chiede di nuovo: sono noiosa? Sono insopportabile? Nei giorni scorsi ha ricevuto da una sua amica un bigliettino con scritto” Ciò che dura nel tempo è l’amicizia che ti permette di scontrarti, di crescere, ma ciò che vince sempre è l’affetto che regna sovrano nei cuori. L’essere diversi è un dono, capirlo una capacità di noi uomini.” Solo un’amicizia forte può far superare la criticità data da un carattere spigoloso e da un’accentuata pesantezza. Per Bea l’amicizia è un legame che unisce le persone, metaforicamente si può pensare ad un filo che unisce le persone e fa sì che queste camminano insieme. Può durare per sempre o per un periodo limitato nel tempo ma ciò che restano sono i ricordi e le emozioni. L’amicizia sa essere talvolta più bella di un amore. Amare è un po’ come andare sulle montagne russe: il cuore ti balza nel petto e ti manca il respiro. L’amicizia invece è pacata, tranquilla e dura nel tempo. Anch’essa può cessare bruscamente, ma di rado, e se poi capita. Bé, in fondo siamo solo uomini, esseri trasparenti che non lasciano dietro di sé neanche una scia del loro essere, del loro sentire…

IMG_4792

Condividi

Lascia un commento