Amuse Bouche il diverti- bocca a Milano

Tra i marciapedi di via Savona sorge un locale dal sapore tutto francese che stuzzica la fantasia e il palato.

“Amuse bouche” – in francese “divertimento per la bocca” – ovvero qualcosa che stuzzica il palato prima del pranzo, è  un condensato di bontà, raffinatezza e  gusto, che prende forma in piccoli francesini di 30 grammi di pane fresco e croccante, arricchiti da varie farciture.

Il locale è piccolino e graziosissimo. Varcata la soglia si respira un’atmosfera che fa venir voglia di salire sul primo aereo per la Francia, con le sue atmosfere romantiche mixate a colori industriali, legni di recupero e materiali decisi.

Il menù offre 32 diversi francesini  che interpretano grandi classici, come l’Ultimo tango a Parigi con burro e alici, fino  al Legion Tonneur composto da San Daniele di tonno, aioli e pomodorino semi dry,  passando per il Tartruffaut – prosciutto cotto, fontina, crema di tartufo – e il Don Cosciotte – Patanegra, pomodoro strofinato –, deviando per il Liberté, egalité, senapé – mortadella grigliata, senape, lime, valeriana – fino alla Cenerentola baudelairiana con ricotta, pomodorino semi-dry, fiori di zucca, menta.

I francesini sono composti da pane del Forno Ambrosiano, fatto con lievito madre e farine ottenute da cereali biologici. Gli ingredienti sono selezionati tra i migliori produttori del settore come Moreno Cedroni, Dispensa di Amerigo, Tartuflanghe.

Le bibite gassate – gassosa, chinotto, aranciata, mandarino – sono di Galvanina. La birra è quella artiginale di BIRRADAMARE.

Ma le sorprese non sono finite:  chi non ama il pane può degustare 9 diversi bocconi sfiziosi e tre differenti dessert. Io ho provato Belin Rouge, una pasta al pesto fatta con spaghetti di zucchine, pesto rosso, pinoli tostati e petali di parmigiano.

Non immaginate  quant’era deliziosa!!

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento