City Estetica

In Via Giambellino 4 c’è un posto molto carino dove i rilassarsi e farsi coccolare dalla

simpaticissima Mildred Hichez.

È il luogo perfetto per chi vuole godersi un attimo di pace e prendersi cura del proprio

corpo.

Varcata la soglia si entra in un’oasi di serenità inebriata da un gradevole profumo e da una luce calda

che infonde calore e rilassa il corpo.

In questo posticino le mani esperte di Mildred hanno donato nuova luce al mio viso con una pulizia agli

ultrasuoni. Questi permettono di realizzare in modo indolore la pulizia della pelle, purificandola e levigandola in profondità, stimolando l’attività riproduttiva e metabolica delle cellule.

Con questa pulizia risultano particolarmente stimolati  i “fibroblasti”, alla cui azione si deve la produzione di

proteine preziose quali il collagene e l’elastina.

La pulizia si realizza col delicato passaggio di una spatola, che permette di rimuovere impurità e punti neri, veicolando in profondità i principi attivi di sieri e creme alle cellule staminali, trattamenti viso all’ossigeno e microdermoabrasione cosmetica.

Con questa pulizia la pelle trova beneficio grazie alla maggiore ossigenazione a livello cutaneo, all’accelerazione del metabolismo cellulare e alla tonificazione tissutale

Al termine della pulizia la mia pelle era più fine e compatta nella grana, i rossori risultavano attenuati, le

zone più secche come quelle più oleose del viso  riequilibrate.

Non lascia segni sulla pelle, in quanto si evita l’azione manuale per l’eliminazione dei punti neri o comedoni.

Prima della pulizia del viso Mildred prepara la pelle con un detergente e un’esfoliante, per poi passare alla

pulizia vera e propria e terminare con una fiala all’acido jaluronico.

Ciò che mi ha colpito di più di Mildred è l’amore per il suo lavoro, unito alla preparazione tecnica su

tutti i trattamenti estetici. A ciò si aggiunge, il suo modo di fare e affabile e la sua dolcezza.

City estetica offre un numero elevato di trattamenti che trovate all’interno del suo sito.

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento