Hambistro non solo hamburger

Questa settimana, passeggiando per Via Savona, sono approdata in questo delizioso posticino: Hambistro, il regno degli hamburger e non solo. Come sempre  non riesco a resistere alla bontà di un panino con l’hamburger.  Ne mangerei uno al giorno. Che dire poi delle patatine fritte, che di solito lo accompagnano? Una libidine di piacere.   La pausa  pranzo è ancora lontana e ripensare alle sensazioni di piacere provate nel momento in cui addentavo il mio panino rende difficile scrivere questo articolo.

Il locale è piccolino con meno di 20 posti a sedere ma l’atmosfera è piacevolissima. La carne proposta è a km zero. Oltre ai classici (cheeseburger, baconcheese, classic burger, veggie burger) si può gustare  l’hamburger del mese, che cambia a seconda della stagione (ad esempio quello con gorgonzola, mele, noci e trevigiana). Ma la vera novità è rappresentata dall’offerta Veggie, con due proposte artigianali a base di verdure di stagione, e l’immancabile Avocado Toast, leggero e sfizioso. Altra novità della piccola cucina sono gli Hot Dog gourmet, realizzati con carni selezionate di piccoli produttori altoatesini.

Le patatine sono fresche, tagliate a mano e fritte al momento. Il burger bun (un morbido, dolce panino utilizzato per preparare gli hamburger) è realizzato secondo la ricetta tradizionale americana.

A completare il menù una vasta scelta di zuppe in tre varianti: oltre alle classiche “francese gratinata alle cipolle” e “al topinambur, patate e salvia”, e una proposta a seconda del periodo.

Per chi ama il dolce: cheesecake, apple crumble tanti piccoli dolcetti (cupcake, choco- burger, crumble di mele, oreo-cheesecake, brownies…) della tradizione americana.

Il fiore all’occhiello del menu è il tiramisù hambistro (destrutturato).

Tra le bevande, oltre alle classiche (cocacola, aranciata, ecc), e alle birre esclusivamente italiane (Therisianer semiartigianale), anche le ‘vintage’ (cedrata Tassoni).

Si puo provare anche un succo d’uva altamente innovativo, naturale al 100%, senza conservanti né coloranti e disponibile in 4 versioni: i puri (barbera e merlot) e gli aromatizzati: zenzero&lemongrass, anice&liquirizia.

Da hambistro ciò che colpisce sono i dettagli: vassoi in latta realizzati a mano e numerati uno a uno, sedie e sgabelli Tolix originali anni ’40, lampadari in zinco, grandi e piccoli; e poi barattoli (from Usa) utilizzati come bicchieri, mug e mini mug che ricordano quelli che oggi si trovano solo nelle case delle nonne.

Noi abbiamo provato il classico burger con patatine fritte (in stile fresh cut) e non siamo rimasti delusi.

Tutto è servito con cura e dedizione. L’hamburger è buono e alla fine risulta, anche se abbastanza grande, molto leggero, grazie all’utilizzo di prodotti freschi e di qualità.

Condividi
sciurami

About sciurami

SciuraMi è un lifestyle blog, che offre uno sguardo curioso sulla società e le tendenze, insieme ad approfondimenti sulla vita milanese. SciuraMi è: -L’amica a cui chiedere un consiglio o un’informazione. -parlare di tutto ciò che vedo, provo e vivo -uno stile di vita -l’arte di vivere bene - inspiration & ambition

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>