L’Oste della Bon’ora

Se amate la cucina romana, c’è un angolo da scoprire a Milano dove poter gustare delle prelibatezze fino al 28 febbraio: l’Oste della Bon’ora, in piazza 25 Aprile.
Ad accogliervi ci saranno il simpaticissimo Massimo Pulciati, un Oste a tutto tondo, istrionico, ego-centrico, anarchico, un po’ giullare e con una grandissima attenzione al prodotto e al cliente; e la dolcissima Maria Luisa Zaia, una Chef sapientemente accorta e preparata, capace di reinventare con un tocco di “leggeresse” la più radicata tradizione (la sua Amatriciana in cornucopia ne è l’esempio) e, nel contempo, di dare vita a preparazioni dal sapore europeo e internazionale.
Sono stata in Osteria per pranzo e dopo tanto tempo, per un paio d’ore ho riprovato la dolcezza del pranzo in famiglia, un ricordo lontano per chi vive da solo e trascorre la pausa pranzo velocemente, addentando un panino.
L’oste e lo chef mi hanno viziato con delle prelibatezze. Il pranzo è iniziato con due antipasti: crema di ceci con crostini al rosmarino e tartare della grande battuta al coltello con cavolo rosso. Per primo ho provato due specialità tipiche della cucina romana: strozzapetri all’amatriciana, tonnarelli cacio e pepe. Per secondo ho mangiato il saltimbocca con prosciutto e salvia. Per finire non poteva mancare il dessert: la dolce crema di Maria Luisa.
La famiglia Pulicati ha ricevuto, negli anni, tanti attestati e riconoscimenti, come il premio della Guida ai Ristoranti di Veronelli e il premio della Regione Lazio per la Valorizzazione dei prodotti tipici laziali e romani, per la capacità di coniugare la cucina tipica laziale alla cucina nazionale.
Nel corso degli anni, oltre a significative collaborazioni (Eataly e Alleanza dei Cuochi Slow Food, per citarne due), il ristorante si è reso protagonista di serate a tema per raccontare storie di cucina, come quella sulle Hostarie di Roma o sulla Cucina Romana del Cinquecento. Ma non solo. Da ap-passionato, L’Oste propone anche serate su Cibo & Cinema (con piatti estrapolati dai film che hanno fatto la storia) e su Cibo & Musica (come la cena psichedelica per l’anniversario del 40° anno dalla pubblicazione dell’album The Dark Side Of The Moon dei Pink Floyd).
L’Osteria della Bon’ora non è solo un locale,è Casa: varcata la soglia si ha la sensazione di essere ac-colti in una famiglia: all’interno della quale si respira tranquillità. Lo chef e l’oste sono un’autentica gioia, dei personaggi dall’allegria contagiosa di cui non puoi fare a meno.
L’osteria è in perfetto equilibrio fra buonumore, esperienza, cucina romana ed europea, armonia, am-biente familiare e rilassante.

L’Oste della Bon’Ora Viale Vittorio Veneto 133, Grottaferrata (Castelli Romani) – Roma
http://www.lostedellabonora.com/
Tel 06.9413778 Cell 339.2325158
Mail per prenotazioni e info: loste@lostedellabonora.it

ajaxmail (1)ajaxmail (2)ajaxmail (3)ajaxmail (4)oste

Condividi
sciurami

About sciurami

SciuraMi è un lifestyle blog, che offre uno sguardo curioso sulla società e le tendenze, insieme ad approfondimenti sulla vita milanese. SciuraMi è: -L’amica a cui chiedere un consiglio o un’informazione. -parlare di tutto ciò che vedo, provo e vivo -uno stile di vita -l’arte di vivere bene - inspiration & ambition

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>