Un angolo parigino nel cuore di Milano: Pourquoi-Pas?

Esiste un posto dove  ci si può sentire a Parigi senza lasciare Milano: Porquoi Pas?

Cio che colpisce,  appena entrati nel ristorante, è che nulla è lasciato al caso: l’ambiente è curato nei minimi dettagli grazie all’ operato dell’architetto Leoterio Berellini, che ha saputo ricreare l’atmosfera parigina, integrandola nell’ambiente circostante, nel pieno rispetto del Palazzo Teatro Fossati, che incornicia le ampie vetrate della Brasserie.

La pavimentazione  presenta maioliche antiche Azulej, a base di cemento idraulico, ideate dalla designer spagnola Patricia Urquiola e realizzate dalla sapienza ceramica di Mutina, con una miscela di disegni astratti e colori neutri, quali bianco, grigio e nero, per un rivestimento a patchwork di grande impatto decorativo.  Le lampade, vere icone di design, sono realizzate sempre su progetto di Berellini da Artemide in esclusiva per Pourquoi-Pas?

Anche per il bancone, il ripiano in peltro tipico dei banconi delle vecchie brasserie parigine è stato creato su misura da un artigiano francese.

La sala presenta una lunga banquette in velluto rosso da cui spiccano tavolini di marmo bianco ed essenziali sedute in legno color nero. Specchi anticati, vetrate ultra trasparenti, capaci di enfatizzare le arcate ed i capitelli in pietra dell’ingresso del Palazzo Fossati, e soffitti a cassettoni con bassorilievi, completano l’ambiente interno, rendendolo chic ed accogliente al tempo stesso.

Seduti sulla banquette di velluto rosso, scegliamo ciò che vogliamo mangiare dall’accurato menù di base, che propone Tatin di pomodorini e misticanza, Croque Monsieur, Croque Madame, Omelette, Foie Gras, Tartare, Salade Niçoise, Chèvre Chaud e molto altro ancora,

Nel pieno rispetto della tradizione francese, la proposta culinaria lascia largo spazio ai dolci, grazie al pasticcere che quotidianamente crea sfiziose delizie, che potrete  gustare a colazione,  durante la pausa caffè, per il the pomeridiano, il dopo pranzo ed il dopo cena. Protagonisti anche vini e formaggi. A un’attenta selezione di cantine (rigorosamente francesi) si accompagna la selezione di caprini, pecorini, tome provenienti da tutte le regioni d’oltralpe.

Provare per credere: Pourquoi-Pas?

low_pourquaipas_bistrot_bp_7430 low_pourquaipas_bistrot_bp_7382soupe-de-poitiron-con-crumble-e-caprinotartare-de-boeuf-con-uovo-di-quaglia-con-cetrioli-polvere-di-capperi-fiori-di-sale-scalogno-tritato-e-senape-in-granirombo-in-umido-con-pomodori-datterini-cicoria-catalogna-e-porro-croccantedegustazione-formaggi-composto-da-blu-chevre-compte-reblochon-camembert-con-miele-e-frutta-seccamaigret-de-canard-con-verdure-glassate frites-maison-pourquoi-pas

Condividi
sciurami

About sciurami

SciuraMi è un lifestyle blog, che offre uno sguardo curioso sulla società e le tendenze, insieme ad approfondimenti sulla vita milanese. SciuraMi è: -L’amica a cui chiedere un consiglio o un’informazione. -parlare di tutto ciò che vedo, provo e vivo -uno stile di vita -l’arte di vivere bene - inspiration & ambition

One thought on “Un angolo parigino nel cuore di Milano: Pourquoi-Pas?

  1. sciurami

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>