Episodio 59:Da dove viene il termine “SciuraMi”

L’estate volge al termine e, come da tradizione, anche quest’anno Bea trascorrerà un weekend a Capri. Di quest’isola adora i colori, la vegetazione, lo stile di vita. Mix di storia, natura, cultura, eventi. Non esiste al mondo luogo così bello. Sul suo collo spicca un nuovo pendente: una collana con la scritta “SciuraMi” realizzata da un eccellente centro orafo . Nel linguaggio dialettale di Milano il termine sciura significa “signora” è stato usato per indicare una donna in età avanzata che si distingue dalla signorina: persona di sesso femminile non sposata. Oggi il termine signorina non è più di moda (tanto meno zitella per indicare una non-sposata sopra i 35 anni),  ma è stato sostituito dal termine signora. Da qui un’estensione dell’utilizzo del termine sciura a fasce d’età piu giovani. Oggi, con questa accezione si indica un modo di essere, di pensare, basato su regole ben precise. Una donna di classe, di un certo stile. Magari anche un po’ snob, con la puzza sotto il naso. Ma dipende dalle interpretazioni. “Sciura” a Bea piace. Un giorno il fruttivendolo sotto casa l’ha chiamata così e lei le ha rivolto un sorriso. “Scura, eh?…. Bello, mi si addice” ha pensato Bea.

collana 2 collana 3 collana  FullSizeRender (2)

Condividi

Lascia un commento