Episodio 37:Gli incontri maschili piccanti

Un ritornello insistente  le frullava in testa, ed era piacevole seguirlo, sia pure solo con la mente:″Milano vicino all’Europa, Milano che banche che cambi, Milano gambe aperte, Milano che ride e si diverte″ ma sì, adesso ricordava ! era una canzone di Lucio Dalla!  Come descrive bene la città! La rende nella sua essenza più vera, ,al solo  risentirne il refrain Bea si emozionava.  Oggi  poi è al centro del mondo per l’evento  EXPOdel 2015 che la veste con colori sgargianti !.In quanto ai suoi abitanti, se gli   uomini italiani sono  i meglio vestiti del pianeta, i milanesi forse primeggiano in Italia…Bea e Matteo sono in giro per shopping per comprare  scarpe  maschili, le preferite sono le  Church’s  .Girando per i vari negozi Matteo le  racconta un  incontro simpatico in aereo.”  Sai  Bea “- esordisce Matteo  ″Il periodo prima delle vacanze di agosto qualche volta è un momento di chiarimenti e messa in discussione di rapporti incerti. L’estate poi è  la stagione delle  grandi emozioni che portano a semplici flirt o nuovi amori. A me sono successe entrambe le cose in un weekend lungo trascorso a metà luglio a Formentera ed Ibiza. Intrattenevo da un anno una relazione con Francesca, donna marchigiana di buoni valori, carina, mora e con gli occhi azzurri . Tutto bene, ma c’era un neo:  più che sobria, Francesca rasentava la sciatteria  nel vestire , e le sue  frequentazioni erano  più vicine ai centri sociali che a quelle dell’alta società milanese. Il nostro  rapporto era vissuto su fragili equilibri : e a distanza di tempo  non avevamo  trascorso neanche un weekend da soli all’estero . Ora quella vacanza  alle Baleari aveva in un colpo solo fatto emergere tutte le incompatibilità e incongruenze tra me  e Francesca al punto  che, proprio la notte prima di ripartire per l’Italia, ci eravamo detti -Forse è meglio che a partire dal nostro rientro in patria, smettiamo di stare insieme e cerchiamo di essere amici “-Entrambi  però non avevamo fatto i conti con quello che il destino del volo di rientro Ibiza-Milano ci aveva riservato. Avevamo  preso posto, rispettivamente nel posto centro e finestrino dell’Airbus 320 di Easy jet. Francesca si era addormentata quasi subito e non si era  neanche accorta che accanto a Matteo  si era accomodata una donna piccola e bionda,  che appena dopo il decollo aveva attaccato bottone -Vuoi bere un po’ della mia acqua Perrier?-   aveva iniziato, leziosa e piena di moine.” Io che ormai non sentivo  più alcuna emozione verso Francesca, ero  lusingato delle attenzioni della ragazza che si era presentata, si chiamava Simona.”  Nel frattempo Francesca si era svegliata , e vedendo i due che parlavano, si era presentata sorridendo “ Sono Francesca “, aveva detto, a denti stretti.. Simona, dopo un po’ era un fiume in piena :  aveva in corso un rapporto a distanza assai deludente col disoccupato Rudy,  poi aveva cacciato due bigliettini da visita, e aveva chiesto di avere quelli dei due ragazzi, ma Francesca si era chiusa come un’ostrica,girate le spalle  si  era riaddormentata.  io per delicatezza verso Francesca, mi ero schernito e non avevo dato neanche io il mio  biglietto da visita a Simona, ma una volta scesi dall’aereo, mentre stavo andando alla zona ritiro bagagli, le avevo sussurrato –“Più tardi ti mando un’e-mail con tutti i miei contatti scrivendoti all’e-mail account indicato sul biglietto da visita-“  cosa che feci nel corso del pomeriggio.  Da l’ è iniziato un fitto scambio di sms  e dopo una settimana, verso il 25 luglio,  abbiamo deciso  di uscire a cena.Matteo invita Simona in buon ristorante in zona Brera con cena a lume di candela, i due parlano del più e del meno prevalentemente in amicizia. Successivamente l’ accompagna in auto fino a casa e, sorprendentemente, iniziano a baciarsi appassionatamente finché Simona non gli  propone di salire a casa sua: fanno l’amore più volte e si svegliano la mattina, felici e contenti per andare al lavoro.Il racconto termina là, i particolari della magnifica notte non vengono rivelati, anche perché nel frattempo sono giunti a destinazione: Bea e Matteo Entrano nel negozio Church’s  e comprano 2 paia di scarpe.

church'schurc's2

Condividi
sciurami

About sciurami

SciuraMi è un lifestyle blog, che offre uno sguardo curioso sulla società e le tendenze, insieme ad approfondimenti sulla vita milanese. SciuraMi è: -L’amica a cui chiedere un consiglio o un’informazione. -parlare di tutto ciò che vedo, provo e vivo -uno stile di vita -l’arte di vivere bene - inspiration & ambition

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>