Episodio 31:Le amiche e le dissavventure con gli uomini

lebon adorn bathina siero

“Il sorriso illumina la vita di quelli che vi vedono” scrive Dale Carnegie in un libro. “Sarà vero?”, pensa Ludo, dopo aver letto questa frase. In questi giorni riflette sull’interazione tra le persone, indispensabile per il suo lavoro. E si chiede: “Il sorriso, l’entusiasmo e l’apprezzamento delle qualità altrui rendono i rapporti tra le persone più fluidi?”. Ieri Ludo ha incontrato le amiche Camilla  e Stefania. La prima, nel raccontare i suoi ultimi incontri sentimentali, le ripete spesso: “Sorridi, sei così bella quando sorridi”. Il viso di una donna è molto più importante degli abiti che indossa e il sorriso donato a una persona esprime l’emozione di vederla e il piacere di trascorrere tempo in sua compagnia.La conversazione con le amiche s’incentra sugli uomini, come al solito, e sugli atteggiamenti atipici di questi. Camilla racconta: “Incontro a un evento un giornalista sportivo quotato che inizia a mandarmi email alle 8.50 del mattino, tutti i giorni. Non ci volevo uscire perché non era esteticamente il mio tipo, ma data l’insistenza ho pensato che è veramente interessato perché mi scrive  tutti i giorni prima di iniziare il lavoro, per cui sono spesso nei suoi pensieri. Quindi, dopo tanti dubbi, ho deciso di uscire con lui e abbiamo fissato l’incontro per sabato. Mi passerà a prendere alle 20. Mi sento fortunata perché mi passa a prendere, una cosa strana per Milano, dove difficilmente gli uomini arrivano sotto casa e ti aspettano”. Stefania interviene: “Non hai avuto paura? Di solito quando fanno così nascondono qualcosa di terribile”. Ma Camilla tranquillizza gli animi: “Quando sono salita in macchina ci siamo salutati e lui mi ha chiesto dove volevo andare”. Gli ho risposto: “Mi hai invitato tu, mi chiedi, dove voglio andare? E a questo punto lui ha confessato di aver già cenato da sua madre… e ho pensato: ma come? Tua madre abita alle varesine, a che ora hai cenato? Alle 6 del pomeriggio? Classica scusa per non offrire la cena, giusto? O sbaglio?”. Le amiche non commentano. Il cavaliere che avevano immaginato dalle prime frasi di Camilla, quello che arriva sotto casa, non è poi così “blasonato”, se scivola su un comportamento del genere.Il racconto di Camilla riprende e questa volta si focalizza su un altro episodio. Il soggetto, il maschio è un altro. “Esco con un ragazzo da poco conosciuto – sottolinea Camilla -, salgo in macchina, lui si incammina verso via Ripamonti e lasciamo Milano. A questo punto penso che vuole portarmi in un posto particolare: lui gira spesso. Magari ha intenzione di stupirmi. Almeno me lo auguro. Invece, dove mi porta? A Pavia, alla paninoteca universitaria! Perché è il posto in cui lui andava sempre da studente. Ma si può? Ed io che immaginavo una location speciale. Inoltre, quella sera pioveva. Mi sono pure bagnata tutta!”. Le ragazze non possono fare a meno di ridere. Si trattengono, ma si capisce che stanno per esplodere in una risata fragorosa. A ragione. E Camilla si lascia contagiare dall’ilarità. Adesso è il turno di Stefania. Tocca a lei raccontare qualcosa. Stef vuole parlare di una sua amica che è uscita spesso a cena con un ragazzo, il quale ogni sera ha dimenticato il portafoglio a casa, per cui ha dovuto offrire sempre lei. Camilla, invece, si ricorda che è uscita con un ragazzo che al primo appuntamento ha pagato la cena con i buoni-pasto.Ludo ride fino alle lacrime ascoltando questi racconti. L’estate si avvicina e ha deciso di acquistare dei prodotti per la cura di se stessa. Per iniziare ha preso i dentifrici Lebon, 100% naturali, creati in Francia. Vanno bene per ogni occasione: menta per il mattino, menta e liquirizia per il dopo pranzo, menta e cannella per la sera. Poi, ha comprato l’olio dei desideri di Adorn, azienda specializzata nella cura dei capelli, e per una pelle morbida il body oil di Bathina. Per il viso ha ordinato un siero tra i 12  in catalogo dell’azienda Biologique Recherche, con sede a Parigi sugli Champs Elysees, che contiene principi attivi purissimi sotto forma di aminoacidi o peptidi.

Condividi
sciurami

About sciurami

SciuraMi è un lifestyle blog, che offre uno sguardo curioso sulla società e le tendenze, insieme ad approfondimenti sulla vita milanese. SciuraMi è: -L’amica a cui chiedere un consiglio o un’informazione. -parlare di tutto ciò che vedo, provo e vivo -uno stile di vita -l’arte di vivere bene - inspiration & ambition

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>