Episodio 23:Courmayeur e i ricordi

“Quanti ricordi sono legati a questo posto”, pensa Bea camminando per le strade di Courmayeur. Tra le tante località sciistiche Courmayeur è la sua preferita, per l’adorabile centro pieno di negozi che ben si adatta alle esigenze di chi, come lei, non ama scivolare sulle piste. Con la mente Bea viaggia indietro nel tempo e ricorda il week end dell’Immacolata di qualche anno fa, quando in vacanza con le amiche ha conosciuto Marco a una cena. Ripesca nella memoria i giorni trascorsi insieme al ragazzo, le emozioni, la fine della storia avvenuta senza un motivo particolare, ma forse solo per scarso interesse. Chissa! In realtà ancora oggi si domanda: “Come mai la storia è finita?”. Non riesce a dare una risposta. Di Marco ricorda la sua dolcezza, le sue attenzioni, la sua personalità riservata e al tempo stesso socievole. Il “buongiorno” al mattino e la “buona notte” prima di addormentarsi.
Il sole splende su Courmayeur e Bea con le tre amiche Ludo e Matty decide di trascorrere il pomeriggio alla baita Ermitage, degustando la cucina valdostana e ammirando la vista del Monte Bianco dai 1.47 metri d’altezza. Qui si respira area pura e al sole la pelle inizia a colorirsi, dopo un inverno privo di luce. Ludo racconta alle ragazze del suo desiderio di volersi rifare il seno, specificando il nome degli specialisti consultati e aggiungendo dettagli sulla taglia scelta. E’ ancora indecisa. Ha paura! Fa vedere le foto alle sue amiche dei possibili seni di taglie diverse. “Questa è la taglia che mi si addice di più” esclama Ludo. Matty è contraria alla chirurgia estetica, per cui prova a farle cambiare idea, con un commento duro: “Il seno grande non mi piace, preferisco il seno piccolo, così da non indossare il reggiseno con i vestiti”. Bea interviene. “A me piace” precisa. E Matty aggiunge: “Le mie tette sono piccole, non mi cadranno mai. A volte, essere una tavola da surf ha i suoi vantaggi”. Le ragazze ridono.
Per la sera la prima tappa è l’aperitivo all’hotel Royal golf, un albergo a 5 stelle collocato nel centro di Courmayeur che vanta 200 anni di vita. Qui degustano degli ottimi cocktail accompagnati da polenta, salsiccia e stuzzichini vari. Dopo l’aperitivo raggiungono gli amici Federico e Gerardo al Cadrain Solaire. Sono di nuovo a tavola, ma stavolta per provare i piatti tipici della cucina valdostana: un cestino di pasta phillo con funghi porcini e fonduta, un tagliere di salumi, una guancia di vitello brasata, costolette d’agnello e vari dolci. La conversazione cade sulle vacanze estive e Federico chiede: “Che cosa farete questa estate?”. Ludo risponde per prima: “A giugno saremo per 4 giorni ad Ibiza, mentre per Agosto ancora nessun programma”. Gerardo interviene: “Anche noi non abbiamo programmato nulla – sottolinea -. Federico andrà qualche giorno in Costa Azzurra ed io raggiungerò i mei a Porto Rotondo”. “A me piacerebbe andare in Giappone” dice Bea. Vediamo se il desiderio si può tradurre in un biglietto aereo. Sarebbe bello!

La cena si conclude. Le ragazze ritornano a casa di Ludo. Sono felici! E’ stato un week end di relax e di confidenze. Con un senso di serenità e di pace si addormentano e sono pronte a rientrare a Milano. Cariche per affrontare la settimana di lavoro che le attende.

cadran-solaire (2)

Condividi
sciurami

About sciurami

SciuraMi è un lifestyle blog, che offre uno sguardo curioso sulla società e le tendenze, insieme ad approfondimenti sulla vita milanese. SciuraMi è: -L’amica a cui chiedere un consiglio o un’informazione. -parlare di tutto ciò che vedo, provo e vivo -uno stile di vita -l’arte di vivere bene - inspiration & ambition

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>