Episodio 19:Cosa cercano gli uomini in una donna?

Bionda, rossa, castana o mora. Magra o formosa. Qual è il genere della donna ideale? Che cosa cercano realmente gli uomini in una compagna? Una Barbie, perfetta e impeccabile, o una ragazza timida con tanti sogni per la testa? In una domenica soleggiata di maggio, dalla temperatura quasi estiva, le tre ragazze incontrano degli amici al Fresco per il brunch. Al Fresco è un ristorante che si trova in Via Savona a Milano, immerso in uno splendido giardino in cui nulla è lasciato al caso, dalle lanterne ai tavoli alle panchine negli angoli, fino alle composizioni di erbe aromatiche. Capolavoro del garden design. Nel gustare le pietanze cucinate dallo chef Kokichi Takahashi, la conversazione prende la solita piega. Soltanto uno è l’argomento dominante: il sesso forte. E la domanda principe è ovvia: che cosa vogliono gli uomini? Il primo a dire la sua è Fabrizio. “Nella società d’oggi, ma soprattutto in una metropoli frenetica come la nostra, dove la massima ‘il tempo è denaro’ è diventata un must ad ogni livello sociale, i rapporti interpersonali acquisiscono valore solo grazie alla volontà di frequentarsi, anche per pochi momenti e di vivere intensamente, il più possibile, nell’arco delle giornate. La donna che piace è la donna che si piace, prima di tutto. La cura e l’amore che una donna ha per sé quotidianamente in ogni ambito, professionale e personale, riflette di luce propria e attira inevitabilmente l’uomo. La donna che piace è la donna impegnata, che ha personalità e capacità di essere anche autonoma. Molte volte questo coincide con la presenza di un lavoro, di una carriera professionale da percorrere, o comunque di una passione per un’associazione, o per un’attività sportiva e questo piace molto all’uomo che si sente ogni giorno sempre più stimolato. La donna che piace è la donna che si fa rispettare dal genere maschile, è quella che così dà sicurezza al proprio uomo con le sue debolezze e le sue certezze.   Che sia una donna magra o in carne, quello è un dettaglio; dipende tutto da come lei si pone verso sé stessa e quindi verso il genere maschile. Una donna che ci sa fare, è in grado di far diventare un pregio anche qualche piccolo difetto”.

Giuseppe invece sostiene che la donna ideale deve essere, tra l’altro, formosa ma nel modo giusto, meglio se indossa i tacchi e se ha una bellezza naturale. Ancora meglio se è intelligente e determinata, in carriera, oltre che sicura di sé, sincera e divertente. La donna dei sogni non deve assolutamente assomigliare alla mamma di lui. “Non bisogna tener conto dei giudizi dei nostri amici e/o della famiglia sulla compagna – specifica Giuseppe -: ai maschietti non importa. Solo pochi di noi vogliono mettere alla luce un erede… e mica siamo William d’Inghilterra! Il matrimonio? Perché no. Ma prima è preferibile sondare il terreno con la convivenza”.

Le chiacchiere vanno avanti, facendo emergere argomenti interessanti. “Se le leggi del desiderio e dell’attrazione seguissero solo codici estetici, il 99% delle persone vivrebbe senza amore e sesso. Invece, funziona tutto in modo differente, perché ogni donna, bella o meno che sia, incarna la fantasia erotica di almeno un uomo – aggiunge Giuseppe -. Il più delle volte però le donne non si rendono conto che il corpo parla per loro, mandando messaggi che esprimono desiderio o che suscitano passione in chi   può decifrare quel preciso linguaggio. Un gesto con la mano, un atteggiamento, uno sguardo, un sorriso in un contesto di discussione a due, possono sedurre e attrarre qualcuno che in quel momento è attento a cogliere le sfumature del corteggiamento. Ogni donna è interessante a modo suo”.

Una cosa è certa: la maggior parte degli uomini non ama confrontarsi con donne che sorvegliano costantemente il proprio corpo, che si pesano di continuo e litigano con quelle forme un po’ morbide. I maschi preferiscono creature rotonde, i cui corpi promettono abbondanza. Non possiamo dimenticare il Mr. Darcy di Bridget Jones che dice alla biondina morbida: “Mi piaci così come sei”. D’altra parte, è anche vero che gli uomini guardano e ammirano le modelle. “Sono certo che i miei simili non pensano alle modelle quando invitano una ragazza a uscire – esprime Giuseppe -. Anzi. Di fronte a bellezze perfette si sentono minacciati nella loro mascolinità”. Da questo confronto, si intuisce che ogni uomo ha il suo ideale di bellezza. Mai cercare regole dove non ce ne sono. Mai. E Bea pensa: “Una giornata così ci voleva”. Ludo le va dietro: “A Milano il tempo dovrebbe essere sempre soleggiato e caldo come oggi”. Matty: “Una biciclettata ci starebbe bene”. E il pomeriggio si conclude con serenità e tanto relax.

 

al fresco

Condividi
sciurami

About sciurami

SciuraMi è un lifestyle blog, che offre uno sguardo curioso sulla società e le tendenze, insieme ad approfondimenti sulla vita milanese. SciuraMi è: -L’amica a cui chiedere un consiglio o un’informazione. -parlare di tutto ciò che vedo, provo e vivo -uno stile di vita -l’arte di vivere bene - inspiration & ambition

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>