Episodio 18:Il lavoro di Bea

Bea cammina per le strade di Milano. E’ in Brera, il suo quartiere preferito. Zona famosa per lo stile raffinato, soprattutto per i negozi di antiquariato e per il mercatino che si tiene ogni terza domenica del mese in via Fiori Chiari. Il quartiere è da sempre la meta preferita degli artisti per la presenza della Pinacoteca di Brera e dell’Accademia di belle arti. Bea pensa: “Alcuni luoghi ci somigliano, ci ritroviamo lì e non possiamo non pensare che sarebbe impossibile vivere in altri luoghi”. Oggi indossa una collana del brand Natanè Jewels, un oggetto della collezione costellation con smalti. Il brand Natanè Jewels nasce in Italia coniando la parola MAKLER, che vede l’associazione tra le parole “maker” e “blogger”. E’, infatti, un marchio la cui caratteristica deriva da due elementi: i gioielli sono realizzati rigorosamente in Italia (maker) e la promozione deriva dall’attività di scouting, divulgando e fotografando accessori, luoghi, arte, design e persone in giro per il mondo (blogger). E’ con questo spirito che si sviluppa il progetto “Humans” attraverso il quale i bijoux vengono fotografati indosso a persone incontrate casualmente per strada, entrando per un attimo nelle loro vite e mostrando il loro stile all’insegna del reciproco scambio di energie.

Natanè  Jewels nasce nel 2012, dalla passione e dalla dedizione della sua creatrice: imprenditrice, ex-modella e oggi jewel designer.. Il nome Natanè ha una storia: è legato a un gesto di generosità, una magia in grado di modificare il corso della vita della sua fondatrice. “Un viaggio a New York in un momento della vita in cui volevo che il mio percorso cambiasse. Una serata tra amici e una ragazza orientale che, senza saperlo, mi ha indicato una strada. Il suo nome era Natanè e con un gesto semplice e inaspettato, quello di regalarmi come segno di condivisione il bracciale che indossava, ha invertito per sempre la rotta della mia vita” . Natanè Jewels ha origine, quindi, dalla sensazione di benessere e di scoperta che certi incontri imprimono indelebilmente nelle nostre vite. Attraverso un processo creativo irripetibile, i gioielli si arricchiscono di qualità e design inconfondibile per restituire, in ogni linea e creazione, quel senso di condivisione e amicizia che li ha plasmati.

Dopo una lunga passeggiata Bea ha appuntamento allo spazio Pelota per un sopralluogo nei prossimi giorni ci sarà un evento aziendale. Oggi ci sarà la consegna del materiale necessario per l’allestire lo spazio. Bea pensa: “Spero che non ci siano ritardi nelle consegne”. Ogni evento è un contenitore da riempire con la propria creatività. E’ sempre in ansia i giorni prima di un evento: ha paura che qualcosa vada storta. Il senso d’ansia la attanaglia. Si sente messa alla prova, ogni volta, come agli esami durante il periodo dell’università. Non sa spiegare perché. Eppure l’attività di pr le è entrata nel sangue. Sa di essere brava e apprezzata. Conosce i passi da fare e i dettagli da tenere d’occhio. Con il tempo ha imparato a curare i particolari. Tutto deve essere perfetto. Perché, in fondo, lei è una perfezionista e l’evento deve essere come lei: senza nessun intoppo.

A volte, quando cerca di spiegarsi i motivi dell’ansia, riporta alla mente ricordi lontani e li vede proiettati nel suo presente. Come sarebbe oggi, se avesse preso una strada diversa? Cerca di immaginarsi un presentenatane 1 natanè

Condividi
sciurami

About sciurami

SciuraMi è un lifestyle blog, che offre uno sguardo curioso sulla società e le tendenze, insieme ad approfondimenti sulla vita milanese. SciuraMi è: -L’amica a cui chiedere un consiglio o un’informazione. -parlare di tutto ciò che vedo, provo e vivo -uno stile di vita -l’arte di vivere bene - inspiration & ambition

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>