Episodio 12:La bellezza sfiorisce o si manifesta in altre forme?

Ludo legge le ultime pagine del libro. “L’amica geniale” di Elena Ferrante e pensa a una frase del libro: “La bellezza che Cerullo aveva nella testa fin da piccola non ha trovato sbocco e le è finita tutta in faccia, nel petto, nelle cosce e nel culo, posti dove passa presto ed è come se non ce l’avessi mai avuta.” Le torna in mente la precarietà della bellezza femminile. Si chiede: “Si può essere belle ad una certa età? La bellezza sfiorisce o si manifesta in altre forme? Perché gli uomini preferiscono le donne giovani alle donne mature?”. E’ spaventata dal trascorrere del tempo. Da quel viso che manifesta la storia personale raccontata nei segni intorno agli occhi e alle labbra. Dall’arrotondarsi delle forme. Dal primo capello bianco. Eppure Ludo si sente la stessa di sempre, con una maggiore consapevolezza del suo fascino e delle sue capacità. Avverte che il tempo è trascorso velocemente e vorrebbe fermarlo. Legge l’ultima pagina del libro. Il racconto finisce inaspettatamente. Ludo vorrebbe scorrere altre pagine e già ha in mente di prendere in mano la continuazione del romanzo: “Storia del nuovo cognome”. “Devo comprarlo al più presto” dice tra sé e sé.

Oggi, ha appuntamento con la sua amica Lora Nikolova, un’artista che le mostrerà le sue opere di bijoux e quadri. I quadri di Lora Nikolova sono auto-analitici, un cammino introspettivo con la necessità romantica di trovare risposte alle questioni esistenziali. Al loro interno i quadri mostrano immagini ricorrenti di finestre spalancate, frammenti di panorami cittadini con palazzi stilizzati, scale e strade. La figura umana è sempre presente ma in qualche modo allusa, specialmente il viso umano e gli occhi come espressione dell’emozione. I quadri rappresentano un collage surreale, che rivela la continua interazione tra l’uomo e l’ambiente (la città) o la natura in forma di alberi, acqua o cielo. Una realtà stilizzata della mente razionale, in particolare combinazione con le esperienze dell’anima e i simboli intuitivi dell’incoscienza. Naif dai colori e i contrasti vivaci, queste scene surreali ricordano l’enigmatico mondo dei sogni. I pezzi differenti dello stesso puzzle sono connessi tramite elementi chiave come scale e strade, uniti in una precisa composizione grafica. I colori usati sono acrilici le tecniche impiegate vanno dal collage ai pastelli secchi o a olio. Invece,  le piccole grafiche sono disegnate con pennarelli a punta fine, secondo varie tecniche illustrative.

Lora Nikolova crea anche  bijoux unici fatti con amore e stile. Ogni pezzo è una vivace opera d’arte, intrecciata di emozioni e caratterizzata da una cura particolare dell’aspetto astratto. L’apparente disordine delle perline colorate dà l’impressione di un assemblaggio casuale, ma la composizione afferma le sue regole, con una scelta mirata di volumi e colori. I materiali variano tra vetro, plastica e perline di metallo, fino a perle di fiume, argilla o carta pesta. Il nero viene utilizzato spesso come elemento di unione e come un fondamentale effetto grafico che contrasta i colori. Le collane assomigliano a ragnatele intrecciate con variegate pietre. Ogni gioiello è unico e può essere indossato come accessorio speciale su un vestito formale o come complemento divertente per un semplice ed elegante capo quotidiano.

Dedicati alle dame che amano i colori e lo stile astratto, questi “gioielli” sono il regalo ideale per ogni occasione. Autentiche opere d’arte, firmate con il marchio design di Lora. Durante il percorso formativo, Lora ha lavorato nell’ambito della moda, collaborando con Jil Sander, Burberry e Versace. Colleziona esperienze nel campo delle arti applicate, collaborando occasionalmente per la sartoria Brancato di Milano; lì crea elementi di costumi teatrali e maschere di carta pesta per spettacoli di fama mondiale. Con Zucca studio ha un’altra collaborazione, come assistente scenografa per la realizzazione di set pubblicitari. In più, dipinge con gli acrilici e disegna grafiche con temi surreali, con i quali partecipa ad alcune mostre collettive in Italia come Luoghi Diversi presso Palazzo Terragni/Lissone e Rassegna Internazionale dell’Arte Contemporanea Report 23 presso il Museo Scalvini. Indubbiamente, la più grande passione di Lora si esprime nei bijoux. L’artista si è formata sul campo, lavorando come designer di faux bijoux presso lo studio di gioielli Poma e ha la possibilità di partecipare ed esporre le sue creazioni a mostre come “Debustibus” con Caterina Crepax e altre artiste. Lavora anche come stylist di set fotografici principalmente di interior, per la realizzazione di articoli in seguito pubblicati su varie riviste di architettura e design. Ludo arriva nell’atelier di Lora e rimane folgorata da un quadro. E’ imbambolata di fronte all’opera che vorrebbe comprare. L’emozione è talmente forte che si sente invasa da una gioia incontenibile. “Questo quadro è mio” ripete nella sua mente.

 

nquadri lola 1 quadri lola quadri lola2 gioielli lora 3 SONY DSC SONY DSC gioielli lora1

Condividi
sciurami

About sciurami

SciuraMi è un lifestyle blog, che offre uno sguardo curioso sulla società e le tendenze, insieme ad approfondimenti sulla vita milanese. SciuraMi è: -L’amica a cui chiedere un consiglio o un’informazione. -parlare di tutto ciò che vedo, provo e vivo -uno stile di vita -l’arte di vivere bene - inspiration & ambition

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>